[LITI E MUTUI] e se mia figlia litigasse con il compagno? #STORIEDIVITAVISSUTA


Mario è un mio cliente storico, la figlia e il suo compagno  hanno acquistato un immobile  sottoscrivendo un mutuo cointestato che stanno pagando metà per uno di cui i rispettivi genitori sono garanti.


Mi ha espresso una preoccupazione: Qualora la figlia e il compagno litigassero e il compagno smettesse di pagare la sua quota del mutuo che cosa succederebbe?


Io gli ho spiegato che sia i cointestatari che i garanti sono responsabili del regolare pagamento delle rate e che, qualora nessuno di loro provvedesse in tal senso, la banca segnalerebbe tutti come cattivi pagatori.


Allora Mario mi ha chiesto: “Se io mi facessi carico della rata,  la casa rimarrebbe interamente a mia figlia?”


Ho puntualizzato che l’ immobile  ha già due proprietari, la figlia e il compagno e che, indipendentemente da chi pagasse il mutuo,  la proprietà non cambierebbe.


Qualora volesse tutelarsi, in questo caso, dovrebbe trattare con il compagno della figlia per farsi vendere la sua quota dell’ immobile.


In questa situazione dovrebbe anzitutto confrontarsi con la banca erogante poiché cambiando la proprietà dell’immobile dovrebbe cambiare anche l’intestazione del mutuo.

La banca dovrebbe poi valutare se accettare o meno questo cambiamento  in quanto esso potrebbe modificare la sostenibilità finanziaria del mutuo stesso.


Qualora l’istituto dovesse esprimere parere favorevole il passo successivo sarebbe  andare da un notaio per stipulare un atto di vendita con il quale la figlia acquisirebbe la piena proprietà dell’immobile.


Mario dava erroneamente per scontato che, facendosi carico del pagamento della rata del mutuo, l’immobile sarebbe diventato di proprietà della figlia.


Ho approfittato dell’occasione per farlo riflettere anche su un’altra evenienza: in caso di morte del garante, cosa accadrebbe?

Abbiamo così parlato delle regole della successione in tema di debiti.


Se vuoi approfondire questo tema scrivimi una email e non perdere il prossimo contributo.